In Francia i bambini nascono, nonostante la crisi

Europa | Società

In Francia i bambini nascono, nonostante la crisi

IN POCHE RIGHE

28 marzo 2013

Mala tempora currunt. Eppure – come riportato da “Le Monde” – non per questo i francesi si sono rassegnati a fare meno figli.

Diversamente da molti paesi sviluppati, dove si è registrato un calo nel numero delle nascite durante gli ultimi anni, la crisi economica sembra non aver avuto alcun impatto sul tasso di natalità in Francia.

Con 792.000 nascite nel 2012, il numero di bambini nati oltralpe è rimasto pressoché stabile (nel 2011 erano stati mille in più). Anche il tasso di fertilità totale non è calato, rimanendo di due figli per donna. Nel 2011 e nel 2012 vi è stato un lieve calo della fertilità fra le donne al di sotto dei 30 anni, ma questo è stato compensato dalla crescita della fertilità fra le donne con più di 30 anni.

Sono dati resi noti dall’Institut national des études démographiques (INED), in uno studio pubblicato oggi.

Secondo lo studio, l’andamento positivo è dovuto al fatto che le famiglie francesi hanno potuto far leva su un’economia che ha resistito meglio alla crisi rispetto ad altri paesi, e su efficaci politiche sociali e in favore della famiglia, che hanno attutito l’impatto della recessione.

Foto: Attribuzione Alcuni diritti riservati a eccentriccx

***

Argomento: Europa, Società

Tags:

, , , ,

Nessun commento

Accedi o Registrati subito per pubblicare un commento.

CINEMA

Salvo di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza

Salvo di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza

Cuore ed istinto conducono “Salvo” lontano dai codici criminali della malavita. Così, in un arco di tempo brevissimo, una vita intera riacquista valore e dignità.

La quinta stagione di Peter Brosens e Jessica Woodworth

La quinta stagione di Peter Brosens e Jessica Woodworth

Brosens e Woodworth filmano un’apocalisse cattiva e silenziosa, dai colori garbati e tenui: “La quinta stagione” è quella del pregiudizio, dell’egoismo e dei peggiori istinti.

Stoker, di Park Chan Wook

Stoker, di Park Chan Wook

Primo film in lingua inglese per il Sud-Coreano Park Chan Wook: in rialzo citazioni e perfezionismi mentre scivolano verso il basso originalità e tensione del racconto

Il fondamentalista riluttante, di Mira Nair

Il fondamentalista riluttante, di Mira Nair

Oltre l’apparenza di una pellicola viva e movimentata la regista indiana Mira Nair riepiloga le ragioni e le peculiarità del conflitto culturale tra oriente e occidente, utilizzando una narrazione chiara e mirando alla distensione degli animi

Il caso Kerenes, di Calin Peter Netzer

Il caso Kerenes, di Calin Peter Netzer

Una tragedia scuote il rapporto tra Cornelia Kerenes e suo figlio: sullo sfondo del film di Calin Peter Netzer anche le molte ombre e le poche luci della Romania post comunista


Moda

Il cappello: cinema e moda

A falde larghe, tese o cadenti a floppy, a cloche, a cilindro, di paglia o di feltro, di velluti fascianti o sete irrigidite, da cowboy, fattore o modello Fedora.

Tendenza Optical: dall’arte alle passerelle

Illusione ottica e instabilità percettiva; sono questi i due punti base su cui si forma il trend che sta spopolando per la primavera estate

Viaggi

No te vayas: il padrone della nostra casa

Cronache Sivigliane. XV puntata

Toreria: il Minotauro che abbiamo in noi

Cronache Sivigliane. XIV puntata


GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

 

La Èco è un blog aggiornato senza cadenza regolare